VERDI

Requiem

 

 

prima registrazione assoluta della versione inedita per Pianoforte e Organo o Harmonium della Messa da Requiem di Giuseppe Verdi

(10 ottobre 1874)

 

 

Francesco Attesti, pianoforte

Matteo Galli, organo

 

Euro 12,00

(+ eventuali spese di spedizione e contrassegno)

 

 

Informazioni e acquisto

 

Le Voci della Città

Tel 02. 3910 4149

 

info@levocidellacitta.org

www.levocidellacitta.org

 

 

Lungo tutto il corso del XIX secolo era diffusissima la prassi di pubblicare riduzioni per canto e piano di celebri arie d’opera. Il caso, però, di questa trascrizione della Messa di Requiem di Verdi è di tutt’altro livello artistico e musicale. Non si tratta di una semplice riduzione che condensa la sola parte orchestrale della complessa partitura orchestrale, con la scopo molto concreto di avere un canovaccio pianistico per l’accompagnamento corale. La trascrizione della Messa di Requiem nasce dall'intento di proporre una versione cameristica per duo strumentale del monumento lirico-sinfonico verdiano, divenuto in breve tempo celebre in tutto il territorio europeo. Si tratta di una vera e propria versione minore della partitura verdiana, dove le linee vocali vengono assorbite e fuse nel crogiolo armonico dei due strumenti a tastiera rispettando in pieno il senso musicale dell’opera.

 

La versione per harmonium e pianoforte del Requiem, realizzata per l’editore Giulio Ricordi, è datata 10 ottobre 1874, siamo a breve distanza quindi dalla prima esecuzione avvenuta a Milano nel maggio del medesimo anno.

 

A dare ulteriore spessore artistico alla trascrizione contribuisce il fatto che a redigere e firmare il complesso lavoro di “trasformazione” viene chiamato Alfred Lebeau, uno fra i più importanti organisti francesi, specializzati nel repertorio per harmonium.

 

Il duo organo (o harmonium) e pianoforte era assai diffuso nel XIX secolo. Si tratta in realtà di un abbinamento efficacissimo che, con la fusione dei due  timbri, aveva creato un suggestivo modo per prolungare e dare maggior corpo al suono a volte un po’ pungente del pianoforte ottocentesco.

 

 

Giuseppe Verdi (1813 – 1901)

Messa da Requiem (1874)

Versione originale per organo e pianoforte trascritta da Alfred Lebeau (10 ottobre 1874)

Original version for organ and piano transcribed by Alfred Lebeau (10th October 1874)

 

1 Requiem e Kyrie

2 Dies Irae

3 Tuba Mirum

4 Mors stupebit

5 Liber Scriptus

6 Quid sum miser

7 Rex tremendae

8 Recordare

9 Ingemisco

10 Confutatis – Dies Irae

11 Lacrymosa

12 Domine Jesu (Offertorio)

13 Hostias

14 Sanctus

15 Agnus Dei

16 Lux Aeterna

27 Libera Me, Domine

28 Dies Irae

29 Requiem

20 Libera me Domine

 

 

Francesco Attesti, Piano

Matteo Galli, organ

 

Prima registrazione integrale - First recording – Erstaufnahme – Premier enregistrement

Recorded – Aufnahme – Enregistrement

Milano, 8 – 10th November  2006

Chiesa dei Santi Nazaro e Celso in Quarto Uglerio

Sound engineers, Pier Didoni -  Rino Carbone  - OZ Music Milan

 

 

Cover photo, Chiara Salandin Arcadipane ©

Art Director, Vincenzo De Rosa

© 2007 Le Voci della Città